Cataloghi Facebook: ecco perché un concessionario non potrà più farne a meno

Partiamo dai dati. Secondo il white book sulla mobilità di EY il 30% di chi non possiede un’auto sta valutando di acquistarla nei prossimi sei mesi. Complice la pandemia, l’automobile privata viene ritenuto il mezzo più sicuro per gli spostamenti. Secondo Google – che ha condotto uno studio in 11 paesi, Italia compresa, sulle attitudini di chi compra – si tratta di “un nuovissimo tipo di acquirenti di auto” differente da quelli a cui i professionisti automotive erano abituati, con diverse esigenze e abitudini. Nella ricerca condotta da Google emerge come i nuovi consumatori italiani non siano appassionati di auto, ma “mostrino molta incertezza durante le fasi del processo di acquisto, infatti solo il 53% di questi ha fin da subito una convinzione forte sul brand che vorrà acquistare (rispetto al 70% degli acquirenti automotive tradizionali)”. Proprio per questo molta fiducia viene riposta nei canali digitali.  Ad esempio la ricerca organica “è un buon momento per comprare un auto” su Google è cresciuta di oltre nove volte tra gennaio e aprile 2020. E il trend è già in costante crescita nei primi mesi del 2021. Questo conferma come il consumatore abbia bisogno di essere rassicurato, ma anche come per sopravvivere sia indispensabile applicare tecniche di proposta proattiva molto più che in passato.

Da sempre MotorK sostiene strategie di marketing e mix pubblicitari variegati in base all’obiettivo prefissato integrando attività organiche e a pagamento con il giusto equilibrio. E proprio oggi più che mai è giunto il momento di parlare a chi, pur volendolo, ha timore che questo non sia il momento giusto per scegliere una macchina. Facebook, in questo caso, è lo strumento ideale per interagire con la propria fanbase e ricordare quali siano le modalità di interazione che possono utilizzare per comunicare comodamente con la propria concessionaria di fiducia: Whatsapp, strumenti di teleconferenza e chat istantanea. Facebook è anche la piattaforma smart e conveniente per dare visibilità alle offerte legate al proprio parco auto, anche e soprattutto a chi non le stia attivamente cercando in rete in quel momento, ma fa gola alla concessionaria: appartiene al giusto segmento demografico e si trova al di fuori della propria fanbase. 

Auto, processo decisionale online

Facebook ci viene incontro con uno strumento strategico: il Catalogo. Il Catalogo Facebook alla categoria ‘Auto’ permette di raggruppare in un unico luogo descrizioni, dettagli tecnici, immagini, prezzi e offerte dei prodotti da pubblicizzare dirottando il traffico sul sito della concessionaria (o vendere direttamente sugli shop Facebook e Instagram per altre categorie merceologiche). Disporre di un catalogo sempre aggiornato permette di creare campagne di marketing attuali e accattivanti da ‘spingere’ in piattaforma. La forza di questo potente strumento risiede inoltre nella possibilità di sfruttare il machine learning per le proprie campagne: l’algoritmo di Facebook è in grado di analizzare le azioni e reazioni del pubblico di riferimento e di apprendere dai dati raccolti. In questo modo, Facebook impara quali prodotti e offerte a catalogo mostrare a chi e in quale momento della giornata con grande precisione, generando lead di ottima qualità e con elevati tassi di conversione. Il catalogo permette inoltre di inserire un numero pressoché illimitato di prodotti, rappresentando un’ottima occasione di visibilità per mezzi specifici come l’usato o il Km 0. 

Il catalogo è un grande alleato, ma bisogna prendersene cura. Popolare, e soprattutto aggiornare la propria vetrina con l’inventario in tempo reale non è cosa da poco. Richiede una buona conoscenza della piattaforma e di tutti i requisiti richiesti (nomenclatura, processi, pixel immagini accettati ecc), una certa destrezza nel maneggiare i dati in diversi formati (come CSV, TSV o XML RSS/ATOM)  e, naturalmente, tempo. In pratica, per aggiungere i propri veicoli si dovrà accedere alla schermata di caricamento e scegliere tra l’opzione importazione manuale di ogni singolo prodotto o di un elenco dati. In entrambi i casi è richiesta un’operazione manuale e non permette un aggiornamento in tempo reale. Perché questo avvenga in modo più semplice basta scegliere CarSparK.

Facebook permette l’aggiornamento dell’inventario tramite feed automatico ogni 24 ore. Per chi utilizza soluzioni di gestione automatica dello stock come CarSparK, questa è un’ottima notizia. Grazie al proprio sistema di regole automatizzate, CarSparK è in grado di interagire con tutti i principali portali e di generare campagne in pochi secondi in totale autonomia e con assoluta precisione. 

Facebook permette inoltre l’importazione automatica tramite GoogleSheet con le offerte del mese, sempre estrapolate dal proprio sistema di gestione dello stock. 

Per venire incontro alle esigenze dei propri clienti, MotorK ha inoltre creato un sistema di integrazione tra il catalogo di Facebook e il materiale di promozione del parco auto del dealer.

Accedendo a un semplice Google sheet, i dealer possono scegliere quali modelli promuovere, con quale prezzo o promozione. Il team MotorK ha potenziato questo strumento per permettere ai propri clienti di scegliere il copy dell’annuncio, il formato delle foto da sponsorizzare, e la possibilità di aggiornare in poche ore ognuno di questi elementi.

La soluzione sviluppata da MotorK viene incontro ai dealer che devono pubblicare online velocemente, mantenendo il pieno controllo delle proprie campagne e ottimizzandone la performance:

  • Monitoraggio: il dealer sa sempre cosa è online e come appare nei vari posizionamenti social (Instagram Stories, Facebook Marketplace, Facebook Feed ecc)
  • Flessibilità: il dealer può in pochi clic modificare qualsiasi elemento del proprio annuncio e vedere le modifiche online entro 24h
  • Performance: la struttura delle campagne e l’implementazione tecnica è affidata a MotorK per sfruttare al meglio ogni sponsorizzazione ottenendo il massimo delle performance. Inoltre, al cliente viene fornita una vasta scelta di template grafici che rispettano le linee guida Facebook e sono orientati alla performance.