Concessionarie auto e mobile, le regole d’oro per una perfetta user experience

Che il Coronavirus abbia mutato gli stili di vita della popolazione mondiale è evidente, non solo sono cambiati i trend di consumo, il modo di spostarsi e di intrattenersi, ma anche le abitudini di acquisto online. Nel mese di aprile, secondo una recente ricerca di Digital 2020, il numero di persone connesse a Internet è aumentato di oltre 300 milioni rispetto ai 12 mesi precedenti. Aumentano gli utenti che navigano sul web, ma aumentano soprattutto le ricerche effettuate dai dispositivi mobile e dai tablet, compresa la ricerca dell’auto.

Oggi, chi decide di acquistare un’auto si informa prima sul web, cerca recensioni, simula finanziamenti, confronta prezzi e modelli. Con l’aumento dell’uso di Internet, secondo le previsioni di MotorK, il numero medio delle visite negli showroom continuerà a calare: già diminuite da una media di 8,1 prima dell’era di Internet a 2,6 nel periodo pre-lockdown, le visite in concessionaria prima di effettuare l’acquisto scenderanno sotto una media inferiore a 2.

Se anche il processo di scelta e acquisto dell’auto si sposta online – e in particolare sugli smartphone – una domanda sorge spontanea: cosa possono fare le concessionarie?

Gli esperti di Google hanno di recente individuato alcuni elementi di UX che contribuiscono a migliorare l’esperienza di navigazione di chi intende comprare una vettura e che noi di MotorK riteniamo possano essere utili e facilmente fruibili per gli operatori del settore.

Come fornire un’esperienza di navigazione migliore fin dalla homepage

Dispositivi mobile e tablet hanno ormai superato il traffico generato da PC e, se chi utilizza lo smartphone per navigare sul web è costantemente circondato da distrazioni, risulta sempre più necessario garantire un’esperienza di navigazione semplice e immediata. In particolare, è all’interno dell’homepage – il primo strumento di contatto online tra il cliente e la concessionaria – che l’utente deve trovare in maniera chiara, diretta e facilmente comprensibile le informazioni più importanti, in modo che rimangano impresse.

Per rendere più gradevole e intuitiva l’esperienza d’uso degli utenti, un elemento da non sottovalutare è, ad esempio, la call-to-action che dovrebbe essere posizionata “above the fold”. Inserire la CTA nella parte superiore della pagina la renderà più visibile, consentirà di aumentare il suo Click Through Rate (CTR) e non costringerà l’utente a usare la barra di scorrimento del browser.

È, poi, altrettanto rilevante rendere ben visibile in homepage sia la value proposition, ovvero l’insieme dei benefici che la concessionaria promette di fornire ai clienti e dai quali è possibile ricavare una soddisfazione, sia la sezione dedicata alle offerte. Gli utenti devono essere in grado di trovare con facilità le informazioni sul customer support e sulle attività post-vendita per chiedere assistenza diretta o informazioni utili.

Comunicare il prezzo in modo efficace

Altro elemento fondamentale per il successo di un sito è l’esposizione chiara e comprensibile dei prezzi. Gli utenti devono avere la possibilità di selezionare, configurare e scegliere il veicolo ideale in maniera semplice ed intuitiva. Per fornire un’esperienza di navigazione completa, i visitatori o potenziali clienti dovrebbero poter effettuare ricerche per parametri come prezzo, tipo di carrozzeria e alimentazione, configurare tutti gli optional disponibili e confrontare diversi modelli. Non dimentichiamo, inoltre, che in questa fase non bisogna sottovalutare l’importanza di avere delle immagini d’impatto e di alta qualità, che invitano al click più di immagini a bassa risoluzione e poco nitide. Ricordando sempre di trovare il perfetto equilibrio tra qualità dell’immagine e velocità di caricamento. Le nostre analisi rivelano, infatti, che il 93% dei consumatori alle prese con l’acquisto dell’auto ritiene che siano elementi fondamentali per determinare la scelta della vettura ideale. 

In questo caso, le metriche più efficaci per misurare la User Experience sono il Conversion Rate, il tasso di abbandono, il Bounce Rate, l’Engagement Rate e le condivisioni.

Lead generation da mobile: l’importanza dei form

I form sono una risorsa preziosa per raccogliere informazioni e trasformare i lead in potenziali clienti. Ma per i visitatori che navigano sul web attraverso dispositivi mobili, la compilazione può risultare faticosa o poco intuitiva, e talvolta induce all’abbandono del sito.

Per creare form di contatto efficaci e incoraggiare gli invii, bisogna dunque puntare alla creazione di un modulo di contatto semplice, con pochi campi e favorire magari l’inserimento dei dati attraverso i suggerimenti. Ridurre il più possibile il numero delle informazioni richieste non è semplice, perché è necessario valutare con cura le informazioni più rilevanti: indirizzi e scelte multiple possono essere raccolti ad esempio in un secondo momento.

Se l’obiettivo è massimizzare il Drive to Store, un suggerimento base è quello di facilitare la ricerca dello showroom più vicino e prevedere dei form per prenotare i test drive. 

La velocità del sito mobile per aumentare traffico e conversioni

Ultimo aspetto da considerare, ma non meno importante, è la velocità di caricamento di una pagina che è fondamentale sia per l’esperienza utente – una ricerca di Google rivela che se un sito impiega più di 3 secondi a caricare da mobile, il 53% degli utenti abbandona la pagina – sia per posizionare bene il sito sui motori di ricerca. I dati mostrano quindi chiaramente che bisogna intervenire per migliorare la velocità della pagina. Come fare? Bisogna soffermarsi su tre fronti:

  • – FCP (First Contentful Paint), la metrica che misura il tempo impiegato dal browser per visualizzare per la prima volta il primo contenuto utile in pagina, che sia un testo o un’immagine.
  • – Speed Index: più è basso, più la pagina web è performante. Lo Speed Index misura il tempo medio necessario per caricare le parti visibili di un sito nella finestra del browser. 
  • – Time to Interactive: il tempo che una pagina impiega a diventare realmente interattiva, ovvero l’attesa percepita dall’utente tra la visibilità dei contenuti e la possibilità di interagire.

Il numero di utenti che si connette a internet da dispositivi mobili è in continua crescita. Per questo concessionarie ufficiali e rivenditori indipendenti multimarca sono ormai consapevoli che il sito di un dealer – una vera e propria vetrina virtuale – deve essere semplice, intuitivo e al tempo stesso accattivante. Oggi come non mai, lavorare su queste 4 aree (homepage, prezzo, form e velocità del sito) per semplificare la navigazione di una pagina e rendere fruibili e più piacevoli i contenuti pensati per gli utenti permette ai concessionari di massimizzare l’acquisizione di traffico e le performance di lead generation.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un trend di crescita nella fruizione di Internet da mobile: è indispensabile oggi mettere al primo posto la mobile user experience, dal momento che rendere più fluida e agevole la navigazione può aiutare a creare una migliore esperienza per chi ha in programma di acquistare un’automobile.

Tommaso Carboni, Country Manager di MotorK